Sabato 18 maggio si è svolta la finale dell’Eurovision Song Contest 2019, a vincere è stata l’Olanda con il cantante Duncan Laurence.

L’Olanda ha conquistato il podio con il brano “Arcade” di Duncan Laurence, a nostro personale giudizio nulla di che, anzi una canzoncina pop cantata bene con nulla di particolare o eclatante da meritare la prima posizione. Al secondo posto si è classificata l’Italia con ”Soldi” di Mahmood partecipante di diritto in quanto vincitore dell’edizione di Sanremo 2019.
Un brano molto particolare con degli ottimi arrangiamenti, molto apprezzato sia dal pubblico in sala che dalla critica, spesso accompagnato dal un boato in sala, che non nascondeva affatto l’apprezzamento all’artista.
Al terzo posto troviamo la Russia con “Scream“ interpretata da Sergey Lazarev.

Ospite speciale per questa edizione è stata Madonna proponendo prima “Like a player” e poi il nuovo singolo “Future“. Un’esibizione al quanto penosa per l’artista altre oceano, per la maggior parte entrambi i brani scanditi da stonature imbarazzanti e da un balletto, che personalmente avrei evitato.

L’unica cosa degna di nota di questa triste esibizione è stata che due dei suoi ballerini sono usciti di scena mostrando sulle schiene una bandiera israeliana e una palestinese, nemmeno questa poi tanto originale dal momento che il gruppo islandese Hatari ha innalzato sciarpe con colori e la scritta Palestina non appena è stato inquadrato durante la votazione finale dell’Eurovision.
Addirittura uno dei membri del gruppo ha fatto il segno della V per Vittoria.
Questo gesto potrebbe costare caro sia agli Hatari sia all’agenzia islandese che si occupa delle relazioni internazionali con l’Eurovision. 

La scena non è piaciuta agli organizzatori dell’Eurovision perché la kermesse musicale si definisce “apolitica” anche per il fatto che alle prove le bandiere non si erano proprio viste.
In una dichiarazione, Eurovision ha detto che le “conseguenze di questa azione saranno discusse dal comitato esecutivo del concorso“. Ha poi aggiunto: “L’Eurovision Song Contest è un evento non politico e questo contraddice direttamente le regole del Concorso“. I banner sono stati rimossi rapidamente e le conseguenze di questa azione saranno discusse dal Gruppo di riferimento (il comitato esecutivo del Concorso) dopo il Concorso”.

Il gruppo era già stato critico nei confronti di Israele prima del gran finale di sabato, arrivando addirittura a sfidare il primo ministro del paese, Benjamin Netanyahu, ad una “amichevole partita della tradizionale lotta con i pantaloni islandesi“. Durante la finale dal vivo, i membri della band hanno alzato bandiere palestinesi mentre il loro voto veniva annunciato.

Una serata da dimenticare per la povera Madonna che in tutto e per tutto ha tentato di lasciare il segno, non accorgendosi che le sue azioni, anche se di forte impatto, erano già state proposte, trite e ritrite, dai componenti di una giovane band islandese.

Vorrei ricordare che il batterista degli Hatari, Einar Hrafn Stefansson, è figlio dell’ambasciatore islandese in Uk… ma non è questo il momento ed il luogo per affrontare questo tema.

La classifica con i relativi punteggi per le prime tre posizioni.

  1. Olanda (492 punti)
  2. Italia (465 punti)
  3. Russia (369 punti)
  4. Svizzera
  5. Norvegia
  6. Svezia
  7. Azerbaigian
  8. Nord Macedonia
  9. Islanda
  10. Repubblica Ceca
  11. Danimarca
  12. Slovenia
  13. Francia
  14. Cipro
  15. Malta
  16. Serbia
  17. Albania
  18. Estonia
  19. San Marino
  20. Grecia
  21. Spagna
  22. Israele
  23. Germania
  24. Bielorussia
  25. Gran Bretagna
Finale Eurovision 2019 / Mahmood – “Soldi