Era il 1930 quando veniva prodotto il primo aspirapolvere Folletto dalla Vorwerk, un’azienda tedesca nata, nel 1883, con tutt’altri presupposti: inizialmente, infatti, si occupava di produrre tappeti e grammofoni.

Aspirapolvere Folletto: una corretta manutenzione si traduce in un elettrodomestico longevo!

Da allora, la sua tecnologia, sempre prontamente evoluta in base ai nuovi balzi in avanti del progresso dell’era digitale, ha aiutato gli italiani (e non solo) ad ottimizzare i tempi, le spese e le risorse riguardanti la pulizia e l’igiene in casa: un elemento fondamentale nel quadro della nuova società, dove carriera, famiglia, impegni e vita privata si intersecano e si sovrappongono in tempistiche sempre più frenetiche.

Tecnologia avanzata e sicurezza

L’ultimo modello di Folletto è un inno alla tecnologia del nuovo millennio: manualità, potenza e performance sono al servizio di sensori che sono persino in grado di auto-settare la macchina in base alla tipologia di superficie su cui intervenire; qualcosa che sarebbe stato difficile immaginare anche solo qualche anno fa.

L’equipaggiamento dei sacchi per la raccolta dei rifiuti, poi, si rivela perfetto per chi soffre di allergie, vuole evitare cattivi odori in casa anche durante le operazioni di pulizia oppure, come tantissime famiglie al giorno d’oggi, ospita uno o più animali da compagnia: il nuovo Folletto, anzi, mette anche a disposizione un kit pensato per tappeti ed imbottiti per intervenire anche su divani, materassi, poltrone etc.

Ma, se da un lato tutto questo ci ha facilitato, e di molto, la vita, dall’altro ci mette, inevitabilmente, dinanzi a dei doveri da compiere per far sì che questo elettrodomestico continui ad operare nelle migliori condizioni possibili, al massimo della sua potenza e… molto a lungo. Come? Attraverso una sapiente manutenzione!

Manutenzione e longevità vanno di pari passo

Nel campo dei motori sappiamo bene quanto tempo e risorse spendano gli appassionati a svitare e riavvitare cavi, pulire ingranaggi, sostituire filtri e revisionare gomme, pistoncini, freni etc.

La stessa cosa accade per gli elettrodomestici, soprattutto quelli molto delicati e di lunga vita.

La forza di un aspirapolvere come il Folletto è proprio nella sua natura: la possibilità di poter usufruire di moltissimi e variegati pezzi di ricambio è la chiave per rendere questo elettrodomestico quasi eterno; infatti, alcuni e-commerce seri e garantiti si occupano anche di ricondizionare e rivendere al pubblico dispositivi usati, essendo tantissime le famiglie che si ritrovano ancora ad utilizzare modelli non recenti, proprio grazie ad una pronta e precisa manutenzione.

Quando si parla di ricambi, però, non s’intendono soltanto spazzole, manici, sacchetti. Parte essenziale del lavoro di protezione del motore e degli ingranaggi del dispositivo, infatti, è affidata ai filtri, con un ruolo che si rivela quasi salvavita, in alcuni casi.

Filtri Folletto: le tipologie

Come abbiamo accennato, i filtri Folletto assicurano una pulizia più profonda e una maggiore protezione per l’aspirapolvere. Il lavoro che svolgono in questo senso è così importante che non può passare in secondo piano, anzi: sono a disposizione anche ricambi compatibili, di marchio garantito Garantix, che permettono un buon margine di risparmio senza rinunciare alla qualità.

Scegliere il tipo di filtro opportuno per la macchina giusta, differenziando per modello (Folletto VK 135, VK 140 etc) è fondamentale per assicurarsi di non compiere acquisti sbagliati.

In effetti, ognuno di essi ha una funzione specifica:

  • Filtro protezione motore – protegge il motore dall’accumulo di polveri e micro-polveri che possono fuoriuscire dai sacchetti;
  • Filtro robot – ottimizza l’eliminazione di acari e polveri, per una maggiore igienizzazione;
  • Filtri odori – catturano i cattivi odori, mantenendo a lungo un fresco profumo di pulito (vanno cambiati ogni 6 mesi circa); possono essere utilizzati anche in combinazione con i profumini Dovina, disponibili in varie fragranze;
  • Microfiltro igienico – raccoglie tutte le micro-polveri più impercettibili, assicurando una pulizia profonda e un’ottima protezione;
  • Filtri portasacchetto – consentono di posizionare perfettamente il sacchetto, sigillando eventuali piccole fuoriuscite;
  • Filtro aspira-briciole.

Altre precauzioni

Naturalmente, queste non sono le uniche precauzioni che vanno prese nella cura della macchina.

Controllare con regolarità le performance del motore, ad esempio, cuore pulsante di tutto il dispositivo, fa davvero la differenza: cambiarlo quando si nota un abbassamento della potenza aspirante, o in caso di rumori forti e differenti dal solito, è il segreto per “ridonare la vita” al proprio Folletto, nel momento in cui comincia a patire un po’ di affaticamento.

PJ magazine

Free online Magazine & Marketing, nato dall’ esigenza di dare una risposta vicina ai bisogni di chi lo legge e cercare di mettere in contatto piccole e medie imprese del nostro territorio con il pubblico, offrendo un servizio chiaro e completo.

TI E' PIACIUTO L'ARTICOLO? CONDIVIDILO
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Tumblr
Tumblr
Email this to someone
email