Justin Bieber e le sue bravate

Il successo porta guai al teen-idol.

Accuse di paternità, abuso di droghe e sostanze stupefacenti, esibizioni poco “decorose” agli obiettivi dei fotografi, e pagine e pagine dedicate alla pop star più amata dalle adolescenti di tutto il mondo. L’ultima novità che ha come protagonista Justin Bieber è un video caricato da una ragazza brasiliana che lo immortala candidamente addormentato in un letto d’hotel. E fin qui niente di strano. I dubbi sorgono una volta che la regista amatoriale inquadra anche sé stessa, coperta solo da un lenzuolo, ammiccante e che manda baci alla star dormiente. Non è l’unico “scandalo” che lo vede come protagonista.

Il diciannovenne ha calcato per la prima volta il palcoscenico nel 2009 dopo essere stato scoperto su internet. La faccia da bravo ragazzo, la voce ancora dolce e lo stile da “ragazzo della porta accanto” l’ha fatto entrare nel cuore delle adolescenti di tutto il mondo e anche delle loro mamme. Ma da quel giorno di anni ne sono passati quattro e le cose sono molto cambiate. Justin è cresciuto e sta cercando di cambiare la sua immagine mostrandosi più grande. Di sicuro l’attenzione per la sua musica è eclissata dall’interesse per le questioni private – che poi, quando si è famosi, non sono poi tanto private – certo è, anche, che la pop star non fa niente per mettere a tacere tutte queste voci.

Il Brasile, insomma, non gli sta portando molta fortuna tra visite a night-club, notti con “donne di malaffare” e festeggiamenti eccessivi. In viaggio attraverso il Sudamerica con il suo “Believe Tour” Justin si diverte a far parlare di sé, imbratta muri e becca anche denunce per vandalismo. Ha dichiarato di considerarsi il Kurt Cobain dei nostri giorni, che Anna Frank sarebbe stata una belieber, e che le voci che girano su di lui sarebbero tutte “fandonie” (non proprio in questi termini).

Molti dei suoi fan (che sono arrivati anche a spendere 100 mila dollari per assomigliargli) sono rimasti delusi, altri lo giustificano, ma si chiedono cosa sia successo a quel ragazzino trovato per caso su Youtube.

Benedetta Tubaldo